Archivi tag: Mauri

Millefoglie di melanzane con crema di crescenza allo sherry e pesto di salvia

Piccolo antipasto ricco di gusto e profumi.

 

Millefoglie di melanzane con crema di crescenza allo cherry e pesto di salvia

Millefoglie di melanzane con crema di crescenza allo cherry e pesto di salvia

Ingredienti (per 4 millefoglie)

20 fette di melanzana

200 gr di crescenza di capra (io ho usato la crescenza di capra Mauri)

2 cucchiai di sherry invecchiato

10 fili di erba cipollina fresca

pepe q.b.

6 foglie di salvia

6 cucchiaio di olio d’oliva

sale q.b

15 nocciole tostate

1 cucchiaino di curry

olio di semi q.b. per friggere le melanzane

Procedimento

Tagliate le melanzane a fette sottili e fatele friggere in olio caldo.

Una volta dorate, sgocciolatele e passatele su carta assorbente.

Salatele.

Preparate la crema di crescenza.

In una ciotola unite la crescenza di capra con lo sherry e mescolate molto bene fino ad ottenere una crema priva di grumi.

Aggiungete l’erba cipollina tritata finemente e pepate.

Fate riposare in frigo per 15 minuti.

Nel frattempo preparate il pesto di salvia.

In un frullatore mettete le foglie di salvia, l’olio d’oliva, un pizzico di sale, le nocciole ed il curry.

Frullate fino ad ottenere un salsa fluida.

Preparate le millefoglie alternando le fette di melanzana fritta (5 fette per ogni porzione) con un cucchiaino di crema di crescenza finendo con un ciuffo di crema.

Impiattate e decorate con 2 cucchiaini di pesto di salvia per ogni millefoglie.

Buon appetito!

Cannoli con crema di crescenza al moscato

Ispirandomi ai famosi cannoli siciliani, ho creato una delicata variante caratterizzata dall’uso di un vino piemontese abbinato alla crescenza di capra (ho usato la crescenza di capra Mauri).

Ecco come l’ho preparati.

Cannoli con crema di crescenza al moscato

Cannoli con crema di crescenza al moscato

 

Ingredienti

Per le cialde

120 gr di farina 00

15 gr di burro a temperatura ambiente

1 cucchiaio di zucchero semolato

1/2 (mezzo) cucchiaino di cacao amaro

2 cucchiaini di aceto bianco

1 pizzico di sale

20 ml di vino moscato

olio di semi (oppure strutto) q.b. per friggere

1 albume per sigillare le cialde prima della cottura

zucchero a velo da spolverizzare prima di servire

Per la crema

400 gr di crescenza di capra

75 gr di zucchero semolato

1 bustina di zucchero vanigliato

la scorza grattata di 1 limone

100 gr di cioccolato al latte grattugiato grossolanamente

granella di nocciola q.b.

60 ml di vino moscato

Procedimento

Per le cialde

Con queste dosi otterrete circa 12 cannoli di medie dimensioni.

In una ciotola unite alla farina tutti gli ingredienti ed impastate fino ad ottenere una pasta morbida, ma consistente.

Fate una palla ed avvolgetela nella pellicola alimentare e ponetela in frigo a riposare per un’ora.

Trascorso tale tempo, tirate la sfoglia con la macchina per la pasta (oppure con il matterello) fino ad uno spessore di 2 mm circa.

Tagliate dei quadrati di circa 7 cm di lato ed avvolgeteli sugli appositi cannelli di metallo senza stringere troppo la pasta perché durante la frittura la pasta gonfierà.
Sigillate i lembi della cialda con l’albume e fate friggere in olio profondo caldo.

Appena i cannoli assumeranno un aspetto dorato, sgocciolateli, passateli su carta assorbente e fateli intiepidire.

Togliete con delicatezza i cannelli e lasciate raffreddare molto bene prima di farcire.

NOTA in mancanza dei cannelli potrete fare dei cilindri di stagnola di diametro 2,5 cm e  lunghi 10 cm

Per la crema di crescenza

In una ciotola mettete la crescenza, lo zucchero semolato e vanigliato ed il moscato.

Mescolate molto bene con una frusta a mano fino ad ottenere una bella crema liscia.

Unite la scorza di limone grattata ed i cioccolato.

Mescolate bene e riponete in frigo a riposare per 1 ora.

Al momento di servire (non farciteli in anticipo perchè perderete la croccantezza della cialda), farcite i cannoli con la crema di crescenza e distribuite la granella di nocciola agli estremi dei cannoli.

Spolverizzate con zucchero a velo e..

Buon appetito!!!

 

 

 

Bavarese al taleggio con rösti di topinambur e miele caldo al rosmarino

Un cremosissimo antipasto un po’ alternativo.

Il contrasto tra il caldo del rösti e del miele al rosmarino con il fresco della bavarese esalterà molto il gusto del taleggio.

Bavarese al taleggio con rösti di topinambur e miele caldo al rosmarino

Bavarese al taleggio con rösti di topinambur e miele caldo al rosmarino

Ingredienti 

Per 8 bavaresi (io ho usato gli stampi in silicone da muffin)

 250 ml latte

150 ml panna

5 gr di burro

sale q.b.

90 gr di taleggio (io ho usato Bontaleggio Mauri )

1/2 (mezzo) cucchiaino raso di noce moscata grattata al momento

1 cucchiaio di farina 00

1 tuorlo d’uovo

4 gr gelatina alimentare

Per ogni rösti

200 gr topinambur

1 noce di burro

1 cucchiaio di olio di semi

Procedimento

Per la bavarese

In un ciotolino unite il cucchiaio di farina con 50 ml di latte freddo e mescolate bene fino ad ottenere una crema morbida priva di grumi.

Unite anche il tuorlo d’uovo e mescolate bene.

In un pentolino mettete il restante latte, 50 ml di panna ed il taleggio tagliato a pezzetti.

Fate scaldare a fuoco basso fino al completo scioglimento del taleggio.

Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire e, poi, unite tutto, versando a filo e mescolando in continuazione, alla crema di latte, uova e farina preparata in precedenza.

Rimettete sul fuoco per qualche minuto fino a che riprende il bollore e, poi, spegnete e togliete dal fuoco.

Aggiungete la gelatina alimentare precedentemente ammollata in acqua fredda per circa 10 minuti e ben strizzata.

Mescolate bene, aggiustate di sale ed aggiungete la noce moscata.

Lasciate raffreddare.

Montate la panna rimasta.

Unite la panna alla crema di taleggio, mescolate bene e versate negli stampini leggermente unti con olio di semi e mettete in frigo a rassodare per almeno 4 ore (tutta la notte ancora meglio).

Preparate il rösti ed il miele caldo al rosmarino.

In un pentolino con un poco di acqua bollente mettete a sciogliere a bagno maria il miele (calcolate 1 cucchiaio di miele per ogni commensale) con il rosmarino (5 foglie di rosmarino tritato per ogni commensale) e mantenete al caldo fino al momento di servire.

Sbucciate i topinambur e grattugiateli con una grattugia larga, strizzate l’acqua che si sar√† formata e mettete in una padella (da 20 cm di diametro) con il burro e l’olio ben caldi.

Con una paletta schiacciate bene i topinambur fino ad ottenere una superficie uniforme e compatta.

Lasciate cuocere a fuoco moderato per circa 10 minuti, salate e girate come per una frittata, salate anche l’altra parte e lasciate cuocere per altri 10 minuti circa.

Quando sarà ben dorato e croccante togliete dal fuoco, tagliate a pezzi ed impiattate.

Versate un cucchiaio di miele al rosmarino sulla bavarese e gustate.

Buon appetito!!!

Chicche di pane all’erba cipollina con crema di taleggio e noce moscata

Piccola idea per reinventare il pane raffermo arricchendolo con un delizioso formaggio, il taleggio (io ho usato il Bontaleggio Mauri).

 

Chicche di pane all'erba cipollina con crema di taleggio e noce moscata

Chicche di pane all’erba cipollina con crema di taleggio e noce moscata

Ingredienti per 2 persone

Per le chicche
200 gr pan grattato

50 gr di farina 00

5 fili di erba cipollina fresca

sale e pepe q.b.

2 uova

50 ml latte

Per la crema di taleggio

100 ml latte

5 gr di burro

sale q.b.

40 gr taleggio

1/2 (mezzo) cucchiaino raso di noce moscata grattata al momento

1 cucchiaio di farina 00

Procedimento
Per le chicche

In una ciotola mettete tutti gli ingredienti ed impastate fino ad ottenere una bella palla.

Fate dei rotolini di circa 1,5 cm di diametro e tagliateli a tocchetti di circa 2 cm.

Allargateli su di un vassoio.

Per la crema di taleggio

Ora potete preparare la crema di taleggio.

In un ciotolino mettete la farina e 25 ml di latte e mescolate bene fino ad ottenere una crema morbida e priva di grumi.

Unite il restante latte e versate il tutto in un pentolino.

Unite il burro ed accendete il fuoco.

Continuando a rimescolare, fate addensare a fiamma moderata.

A questo punto unite il taleggio tagliato a cubetti e fate sciogliere.

Salate.

Unite la noce moscata grattata e spegnete il fuoco.

Il profumo della noce moscata unito a quello del taleggio vi far√† venire l’acquolina in bocca e, quindi, sar√† ora di buttare le chicche in acqua bollente.

In una pentola con abbondante acqua bollente salata, buttate le chicche e mescolate.

Dopo poco, l’acqua riprender√† il bollore e le chicche pian piano verranno a galla.

Lasciate cuocere ancora per 3 minuti e colate.

Fate saltare in padella con la crema di taleggio e servite.

Buon appetito!!!

Grazie ai prodotti Mauri anche questa volta il piatto è stato un successo!